Etapcharterlease.com

Rischi di vitamina b17

Rischi di vitamina b17

Vitamina B-17 ha richiamato l'attenzione in tutto il mondo quando è stato pubblicizzato come un trattamento del cancro di miracolo, nonostante i rischi di gravi effetti collaterali. Amigdalina, suo nome tecnico, non è una vitamina a tutti; piuttosto, è un composto chimico che il corpo metabolizza come cianuro. Uno studio del 1982 dal Dr. Charles Moertel della Mayo Clinic dichiarato vitamina B17 "una droga tossica che non è efficace come trattamento del cancro." I rischi di vitamina B-17 sono simili a quelli di avvelenamento da cianuro.

Vomito

Vitamina B-17 tende a provocare il vomito. Questo perché il corpo riconosce la vitamina B-17 come una tossina che potrebbe causare danni irreparabili agli organi vitali.

Ipotensione

Quando il corpo metabolizza la vitamina B-7, viene rilasciato un tiocianato chiamato composto chimico. Tiocianato può deprimere il sistema circolatorio, che può provocare ipotensione o pressione sanguigna bassa. Questo rischio è particolarmente pericoloso per quelli che prendono il farmaco per la pressione alta, come ad esempio beta-bloccanti.

Crisi epilettiche

Vitamina B-17 aumenta il rischio di convulsioni perché si esaurisce l'ossigeno dalle molecole di emoglobina. Trovato in globuli rossi, emoglobina è la molecola di proteina responsabile di trasportare l'ossigeno in tutto il corpo. Una carenza di ossigeno può innescare anormali impulsi elettrici nel cervello, causando una crisi epilettica.

Neuropatia periferica

Vitamina B-17 può aumentare il rischio di neuropatia periferica, danni ai nervi nel sistema nervoso periferico, che consiste dei nervi di fuori del cervello e del midollo spinale e collegare il sistema nervoso centrale alla estremità del corpo. Tuttavia, una volta che il corpo è libera di vitamina B17, neuropatia periferica di solito può essere invertita.

Coma

Rischi di vitamina b17

Vitamina B-7 svuotamento dell'ossigeno dalle cellule nel cervello può portare a coma. Ma se viene ricevuto immediatamente alle cure mediche, il paziente può fare un pieno recupero.