Etapcharterlease.com

L'ambiente naturale dei leoni africani

L'ambiente naturale dei leoni africani

Il maestoso Leone africano o panthera Leo, un tempo viveva in tutto il continente africano. Nell'inizio del XXI secolo, questi leoni sono trovati soltanto allo stato brado in alcune aree. Secondo Defenders of Wildlife, la popolazione dei leoni africani è stato ridotto di metà dal primi anni 1950 a un numero di sotto 21.000 in tutta l'Africa, a partire dal momento della pubblicazione.

Trovare i Lions nel selvaggio

Leone africano, spesso indicato come il re della giungla, è trovato nel selvaggio oggi solo in alcune aree: sud deserto del Sahara e parti dell'Africa meridionale e orientale. I leoni viaggiano in orgogli composto da 12 a 15 leoni, soprattutto le femmine e la loro prole. In genere non più di due o tre maschi adulti vivono con un orgoglio in qualsiasi momento. Giovani maschi adulti guadagnano il loro posto nell'orgoglio di spodestare un maschio più anziano. Cuccioli di leone sono nati in cucciolate di tre o quattro; rimangono con le loro madri per i primi due anni.

Habitat di base

In natura, leoni africani vivono nella savana, scrub, praterie e alcune aree boschive. Queste zone forniscono la copertura naturale dai predatori e anche per leoni caccia le prede. I maschi pattugliano il territorio di orgoglio, che può essere grande come 100 miglia quadrate. Le femmine adulte sono responsabili per la caccia; spesso lavorano in squadre per superare in astuzia preda più veloce. I leoni sono generalmente notturni, dormendo di giorno con le erbe alte e movimento durante la notte da un sito all'interno del loro territorio per trovare acqua e preda fresca.

Cibo e minacce naturali

Leoni africani sono carnivore e mangiano un'ampia varietà di altri mammiferi africani, tra cui antilopi, GNU e zebre. A volte mangiano animali più piccoli e alcuni rettili. Essi non solo mangiare l'uccide fatta da leonesse di orgoglio, ma terrà anche uccisioni fresche da iene e altri animali più piccoli. Cuccioli di lottano per ottenere la loro quota di uccisioni di orgoglio, ma non partecipano alla caccia se stessi fino a quando essi sono quasi un anno di età. Cuccioli e femmine più anziane sono particolarmente vulnerabili alle minacce naturali confezioni di iena, Leopardi e alcuni sciacalli.

Minacce ambientali e umane

Secondo la lista rossa di specie minacciate (www.IUCNRedList.org) mantenuta dall'Unione internazionale per la conservazione della natura e delle risorse naturali, il leone africano è considerato vulnerabile, un passo qui sotto in via di estinzione. La popolazione dei leoni è minacciata dai cambiamenti climatici, siccità particolarmente d'induzione che causano i leoni e la loro preda ad ammalarsi. Gli esseri umani sono un'altra grave minaccia per il leone africano. Oltre alla caccia, gli animali hanno perso il territorio di invasione umana, costringendoli in regioni meno desiderabile. Molti sono anche avvelenati dagli agricoltori che cercano di proteggere le colture dagli attacchi di leone.