Etapcharterlease.com

Differenza tra la Bibbia ebraica e la Bibbia cattolica

Differenza tra la Bibbia ebraica e la Bibbia cattolica

La Bibbia ebraica ("Tanakh" in ebraico) e la Bibbia cattolica hanno somiglianze ampie, condivisione di trentanove libri con lievi variazioni nel testo e sequenza. La Bibbia cattolica, tuttavia, aggiunge un ulteriore ventisette libri più piccoli conosciuto come il nuovo Testamento.

L'Antico Testamento

La maggior parte delle pagine della Bibbia cattolica è presi da una versione della Bibbia ebraica nota ai cristiani come «Antico Testamento». Questo include i primi cinque libri di Moses (la Torah), la maggior parte dei profeti (ebraico: Nevi ' im), e diversi meno facilmente classificati libri come Salmi e Proberbs (ebraico: Ketuvim). Gli ebrei si riferiscono a questo come il Tanakh, la parola ebraica per queste tre sezioni.

Il nuovo testamento

La Bibbia cattolica, come tutte le Bibbie cristiane, aggiunge un nuovo testamento che è dedicato alla vita di Gesù e dei suoi seguaci (i Vangeli, epistole, ecc.). Questi libri non sono inclusi nel canone ebraico, e pertanto l'ebraismo non riconosce i termini "vecchi" contro "nuovo" testamenti.

Altre differenze

All'interno della sezione del Vecchio Testamento, la Bibbia cattolica ha anche alcune lievi differenze nel testo e soprattutto la sequenza da Tanakh. La Bibbia cattolica comprende i libri di Giuditta, Tobia, Maccabei, Sapienza, Siracide e Baruch, e diversi libri come Ruth sono collocati in una sequenza diversa.