Elenco delle malattie di origine alimentare

09/22/2012 by Sandon


Elenco delle malattie di origine alimentare

La gente ama il cibo. Nutre i corpi, fornisce energia, agisce come un conforto e serve come uno sbocco creativo. Fellowship e cibo vanno a braccetto, ma ci sono momenti quando ci dispiace aver mangiato l'ultimo pasto. I sintomi della malattia di origine alimentare possono portare un sacco di miseria.

Listeriosi

La listeriosi è un malattia che colpisce le donne incinte, neonati, anziani e persone con sistemi immunitari deboli a carico di cibo. Causata dal batterio Listeria monocytogenes, si trova nel latte crudo e prodotti del latte crudo, carne cruda, refrigerati carni lavorate, prodotti ittici e pollame. È distrutta da temperature oltre 45,6 gradi C. prevenzione include pratica buona igiene, consumando alimenti refrigerati in modo tempestivo, evitando latte crudo e prodotti del latte crudo e cibi accuratamente. Sintomi di listeriosi in persone sane non gravide includono mal di testa, febbre e vomito. Donne incinte che hanno contratto la malattia possono sviluppare infezioni in utero o della cervice, che a sua volta causa aborto spontaneo o morte endouterina. I neonati esposti ai batteri possono sviluppare rapidamente la meningite. Il tasso di mortalità è circa 35 per cento. Gli individui con i sintomi dovrebbero ottenere l'attenzione medica immediata.

Botulismo

Botulismo da alimenti è più comunemente associato con cibi in scatola a casa, ma cibi preparati commercialmente a volte contengono i batteri. La radice del problema è inadeguata elaborazione del cibo, permettendo la sopravvivenza di spore di c. botulinum di neurotossina. Riscaldamento il cibo a 82,2 ° C per 10 minuti distrugge la tossina. I cibi più comuni associati con botulismo sono conserve vegetali, prodotti di carne, prodotti ittici, salumi, zuppe, olive mature, tonno, spinaci, pesce affumicato e salato, aragosta, pollo e fegatini di pollo. Consumare una piccola quantità di alimenti contenenti la neurotossina è sufficiente a contrarre la malattia. I sintomi includono letargia, vertigini e debolezza, seguita dalla visione doppia, difficoltà a parlare e difficoltà nella deglutizione. Altri sintomi includono difficoltà di respirazione, distensione dell'addome e della costipazione. Questi iniziano a verificarsi entro 18-36 ore dopo il consumo, ma può richiedere fino a otto giorni a comparire. Anche se l'incidenza di botulismo di origine alimentare è bassa, il tasso di mortalità è alto se il paziente non viene trattato adeguatamente.

E. coli

Il microrganismo Escherichia coli si trova in alimenti come la carne macinata, latte crudo, fatti in casa a scatti, non pastorizzato sidro e succo, spinaci, lattuga, salame crudo e acqua non trattata. I batteri vengono trasmessi tramite i gestori di cibo che trasportano la malattia o attraverso il contatto con i pannolini dei bambini infetti. All'interno di uno a cinque giorni dopo il consumo dell'alimento contaminato, i sintomi iniziano. Avanza non-sanguinante diarrea sanguinante diarrea, accoppiato con disidratazione e gravi crampi addominali. E. coli rappresenta una minaccia più grave nei bambini piccoli, causando la sindrome emolitica uremica che può portare ad insufficienza renale e provocare la morte. I batteri possono causare gli adulti ad avere deterioramento del sistema nervoso cerebrale, ictus e sequestro. Misure preventive contro Escherichia coli sono accuratamente lavare verdura, disinfezione i contatori e oggetti dove carne cruda è stato, accuratamente cucinare carne e mantenere separati dalla carne cruda carne cotta.

Stafilococco

Batteri di stafilococco sono molto diffusi, presenti sulla pelle, nel naso e nella gola e in acne, brufoli e ferite infette. Il cibo può anche diffondersi dello stafilococco. È più comunemente associato con panini ripieni, tonno, carni lavorate, pollo, prosciutto, prodotti lattiero-caseari, ripieni di crema, insalata di patate e creme. I microrganismi entrare cibi caldi, dove si moltiplicano e producono una tossina. Rilevabile da odore o sapore, causa malattia all'interno di uno a otto ore dopo aver consumato il cibo. I sintomi includono affaticamento, diarrea e dolore addominale e vomito. La malattia di solito dura non più di due giorni ed è raramente mortale, ma molto scomodo. Misure preventive contro lo stafilococco sono mantenere il cibo pulito per ridurre il rischio di contaminazione, mantenere temperature di cibo di almeno 60 ° C o inferiori a 4,44 gradi C durante i pasti e refrigerare immediatamente gli avanzi.

Articoli correlati