Etapcharterlease.com

Diversi tipi di circuiti a diodi

Diversi tipi di circuiti a diodi


Il diodo è stato il precursore del transistor. I principi di base che funziona ha aperto la strada per costruire il primo transistore. Maggior parte dei diodi sono realizzati in silicone, e permettono di corrente elettrica di fluire in una sola direzione. Questa proprietà unica rende il diodo utile in un certo numero di tipi di circuiti elettronici, in particolare in alimentatori, radio e circuiti di informatica.

Raddrizzatori

Raddrizzatori convertono la corrente alternata in corrente continua e trovano impiego in alimentatori per questo scopo. Tre tipi di raddrizzatori includono la mezza onda, onda intera e ponte. Tutti convertire la corrente alternata in palpitazione corrente che scorre solo in una direzione. Semionda utilizza un singolo diodo e utilizza solo la metà del ciclo della corrente alternata. Raddrizzatori a onda intera utilizzano due diodi e raddrizzatori a ponte quattro. Onda intera e ponte raddrizzatori utilizzano il ciclo completo della corrente alternata. Circuiti di filtro ulteriormente modificano l'output di un circuito raddrizzatore in una pulita, non pulsante, corrente continua.

Circuiti di bloccaggio

Circuiti di bloccaggio impedisce che una tensione di sotto di un certo livello. Questi circuiti approfitta della caduta di tensione diretta del diodo, la quantità di tensione necessario per rendere un diodo a condurre. Collegando più diodi in serie, l'output di uno alimenta l'input del prossimo, la caduta di tensione diretta di ogni diodo aggiunge al livello di bloccaggio. I diodi collegati in serie vengono trattati come un unico dispositivo che è collegato in parallelo. Questo significa che l'ingresso del primo diodo è anche collegato all'ingresso del carico, e l'uscita del diodo ultimo è collegata all'output carico--con il carico. Poiché la tensione in un circuito parallelo è costante, la caduta di tensione attraverso il carico non sarà mai calo inferiore la caduta di tensione totale tra i diodi.

Circuiti logici binari

Circuiti logici diodo non sono più comuni, ma sono stati utilizzati nei primi computer. In un circuito di logica, l'assenza, o vicino a assenza di tensione indica uno stato basso. Un elevato stato è indicato dalla presenza di una tensione, di solito circa 5 volt. Qualche variazione è consentito. Un esempio di un circuito di logica è il circuito "O". Un circuito "O" verifica se uno o entrambi dei due ingressi ha un alto stato. Se ingresso "A" è alta, il circuito genera un alto. Lo stesso vale per ingresso "B", o se sia "A" e "B" sono alti. Se "A" e "B" sono bassi, il circuito genera uno stato basso.

Moltiplicatori di tensione

Moltiplicatori di tensione combinano due circuiti di diodo:: mezza onda raddrizzatore e un circuito di restauratore di CC. Il circuito di restauratore è un morsetto di tensione semplice utilizzato in combinazione con un condensatore. Quando si combinano i due circuiti, l'output di corrente alternata è due volte la tensione di ingresso. Ad esempio, 120 volt raddoppia per diventare 240 volt. La semplice combinazione di un raddrizzatore a semionda di uno e un circuito di restauratore di CC è chiamata un duplicatore di tensione. È possibile propagare questi circuiti..--l'uscita di uno è l'ingresso del prossimo..--per produrre tensioni molto alte. Una cascata di 20 circuiti di duplicatore di tensione possa generare 120 volt a quasi 5.000 volt.

Ricevitori di segnale radio

Il più semplice dei ricevitori radio utilizza un diodo per rettificare le onde radio ricevute in un segnale di corrente continua pulsante. Questo circuito utilizza una bobina e un condensatore collegato ad un'antenna. È possibile regolare la bobina per selezionare il numero di spire di filo utilizzato, che è il modo selezionare la frequenza del segnale ricevuto. Il segnale selezionato viene passato per il diodo, che si risolvono in una corrente continua pulsante. La palpitazione corrente va direttamente a un altoparlante, cuffie o auricolari, dove viene convertito in suono. Nella fine del diciannovesimo e gli inizi del Novecento, questo tipo di ricevitore radio utilizzato un cristallo con un filo sottile per correggere il segnale e si chiamava una radio a Galena.