Etapcharterlease.com

Come funzionano i microscopi Stereo?

Come funzionano i microscopi Stereo?

I tipi più comuni e più semplici di microscopi utilizzano luce consentono di esaminare oggetti sotto lente d'ingrandimento e sono divisi in categorie di composte e stereo. Un microscopio composto utilizza solo una sorgente di luce: una luce da sotto il campione che proietta verso l'alto in lente e retroilluminazioni per tutto ciò che viene esaminato. Questo consente per l'alta definizione e può essere utilizzato per esaminare campioni molto piccoli, come le particelle o le cellule, ma soffre di svantaggi pure. Perché c'è solo una sorgente di luce viene utilizzata per aiutare nel processo di ingrandimento, l'immagine è solo visto da una prospettiva bidimensionale, la terza dimensione viene perdita durante il processo di ingrandimento.

Come funzionano i microscopi Stereo?

Quando visualizzi i campioni delle cellule in diapositive, questo problema di solito non interferisce con l'esame, ma può essere un problema per la visualizzazione di oggetti di dimensioni maggiori in cui definizione e aspetti tridimensionali sono importanti. La seconda categoria di illuminato, microscopi stereo, tenta di risolvere questo problema introducendo due diverse sorgenti luminose. Una luce è posto sotto l'oggetto, proiettando verso l'alto, e un altro è collocato da qualche parte sopra di esso, proiettando giù sulla parte superiore del campione. Con queste due diverse luci, ricerche possono esaminare un oggetto con profondità e consistenza. Non ci sono limiti: microscopi Stereo solo possono ingrandire fino a un certo punto..--spesso da 10 a 200 ingrandimenti, che è solo sufficiente per visualizzare gli oggetti più grandi. È sufficiente esaminare campioni quali legno, insetti, materie plastiche e altri oggetti per i quali una vista tridimensionale può essere utile. Oltre alla classificazione biologica e la visione di intricati processi naturali, microscopi stereo sono più spesso utilizzati per esaminare i microchip e altri componenti digitali.

Al fine di ottenere l'aspetto tridimensionale, un microscopio stereo è dotato di due diversi oculari. Mentre alcune versioni composti hanno anche due oculari al fine di chiarire l'immagine, un microscopio stereo in realtà raccoglie due immagini diverse dalla lente e li combina in un unico, proprio come i nostri occhi per naturalmente dare profondità di oggetti. Queste due viste differiscono da solitamente da parecchi gradi per aiutare questo processo. Perché microscopi stereo anche utilizzano più fonti di luce, possono montare con luce infrarossa o ultravioletta per esaminare le caratteristiche specifiche o le reazioni dei campioni.