Etapcharterlease.com

Acido cloridrico & marmo esperimento metodi

Acido cloridrico & marmo esperimento metodi


Come calcare, marmo è composta di carbonato di calcio..--e proprio come calcare, reagisce con l'acido cloridrico per produrre anidride carbonica e cloruro di calcio in soluzione. Anche se lo stato di avanzamento della reazione è più difficile tenere traccia di alcuni altri esperimenti più semplici, la reazione tra acido cloridrico e marmo può rendere la base per un interessante progetto di scienza o sperimentare in una classe di laboratorio.

Cinetica di reazione

La velocità di una reazione è determinata tramite il passaggio limitante..--in altre parole, dopo il passo più lento di una reazione. Ogni reazione ha relativa propria legge di tariffa, un'equazione che fornisce il valore di tale reazione in funzione della concentrazione dei reagenti. Per fare un esempio, si consideri la seguente reazione immaginaria: A + B -> C A legge di tariffa possibile per questa reazione potrebbe essere il tasso = k x [concentrazione di A] x [concentrazione di B al quadrato]. La k in questa equazione è un costante specifico per questa reazione; esso varia con la temperatura e altri fattori. Solo i reagenti che prendono parte alla tappa limitante appaiono nella legge tasso, così una legge di tariffa non include necessariamente tutti i reagenti dall'equazione chimica. Se la concentrazione di un reagente non compare nella legge di tariffa, i chimici dicono la legge di tariffa è 0-ordine in quel reagente. Se viene visualizzato e l'esponente su di esso è uno, i chimici dicono la legge di tasso è di prim'ordine in quel reagente. Se la concentrazione di tale reagente è quadrata, si chiama secondo ordine e così via.

Opzioni

A seconda del tuo obiettivo, ci sono diversi tipi di esperimenti che si potrebbe progettare che coinvolgono questi due reagenti. Si potrebbe provare a determinare se la reazione è di primo o secondo ordine in acido cloridrico. Si potrebbe anche provare a determinare come esso varia con la temperatura. In entrambi i casi, ti consigliamo di essere in grado di misurare la velocità della reazione, interrompendo la reazione in un determinato punto o misurando la quantità di un reagente usato in vari punti durante la reazione.

Disegno sperimentale

Stai progettando un esperimento, quando vuoi (se possibile) variare la sola variabile sperimentale tra diversi trattamenti. Se si sta cercando di determinare come la concentrazione di acido colpisce il tasso di reazione, ad esempio, ti consigliamo di eseguire diverse prove, ognuna con una diversa concentrazione di acido ma con tutte le altre variabili (volume totale, temperatura, massa del marmo, ecc.) più vicino a invariato come possibile. D'altra parte, se si sta misurando come la temperatura influenza la velocità di reazione, ti consigliamo di eseguire parecchie prove con temperatura come l'unico fattore che cambia tra di loro. Una variabile importante per monitorare è l'area della superficie del marmo. Superficie di un solido può avere un effetto significativo sulla velocità di reazione, perché aiuta a determinare quanto rapidamente può verificarsi collisioni tra le molecole dei due reagenti. Se si stanno utilizzando graniglie di marmo, è importante assicurarsi che la superficie è più o meno lo stesso tra prove diverse..--e che la massa di graniglie di marmo rimane invariato anche.

Tecnica

Un modo per tenere traccia della velocità della reazione sarebbe quella di fermarlo in un dato punto nel tempo versando i reagenti attraverso un crogiolo o un setaccio, quindi lavare le scaglie di marmo..--questo porterà la reazione a una battuta d'arresto. È quindi possibile misurare la quantità di marmo consumato mediante pesatura e una volta che si asciuga (a meno che non si pesava originariamente è bagnato), oppure è possibile determinare quanto dell'acido è rimasto di titolazione acido cloridrico rimanente con una base come idrossido di sodio. Un altro modo di seguire i progressi di reazione è attraverso la quantità di anidride carbonica prodotta; si può intrappolare l'anidride carbonica con un palloncino e misurare il suo volume. Questo approccio può essere più difficile, tuttavia, a meno che non si dispone di un modo per misurare con precisione il volume del palloncino.

Sicurezza

Quando si progetta il tuo esperimento, è importante ricordare che l'acido cloridrico e idrossido di sodio sono forti prodotti chimici. Se siete versare loro o li spruzzi sulla pelle o gli occhi, possono causare ustioni gravi o addirittura la cecità. Assicuratevi di che indossare guanti e occhiali di protezione quando si esegue questo tipo di esperimento e preferibilmente un camice da laboratorio o qualcosa per proteggere i vostri vestiti pure. Non che queste sostanze chimiche a venire a contatto con metalli o altri materiali che possono corrodere, perché l'acido cloridrico può erodere le superfici metalliche.